Token non fungibili: cosa sono ?

Per capire che cosa sono i token non fungibili bisogna capire cosa significa la parola “fungibile” –  qualcosa è intercambiabile.

Un esempio di bene fungibile è un Euro. Un Euro vale quanto qualsiasi altro Euro. Proprio come le monete – anche Ethereum, Bitcoin e la maggior parte delle altre crypto e token sono fungibili.

I token non fungibili non sono come la moneta. Non sono intercambiabili. Un ottimo esempio di token non intercambiabili sono i gettoni ERC721 dei CryptoKitties. Ognuno di questi token rappresenta un CryptoKitty diverso con i suoi attributi e il suo valore.

Questo esempio presenta anche il potenziale dei token non fungibili per la tokenizzazione di oggetti da collezione o beni fisici.

I token non fungibili sono implementati come token ERC721 sulla blockchain di Ethereum e creano una scarsità digitale che può essere verificata senza la necessità di un’organizzazione centralizzata per confermare l’autenticità.

Gli oggetti da collezione digitali non sono nuovi, un buon esempio sono gli oggetti del gioco Team Fortress, che hanno un valore anche abbastanza elevato.

La novità sta nel fatto che la scarsità e l’unicità dei token ERC721 è dimostrabile.

 

La mia esperienza con token ERC721

I gattini non sono l’unico progetto che si basa su ERC721 e su token non fungibili. Sanctis Smart Saints è un progetto di cui ho coordinato la realizzazione della componente blockchain, ovvero l’emissione dei token rappresentativi dei Santi.

Nel caso di sanctis.org, la blockchain ed in particolare il protocollo ERC721, rende gli smart saints unici, irripetibili, ed immutabili nel tempo.

Quando l’ultimo Santo di Sanctis sarà stato assegnato ad un “Servitore” (per non dire possessore) attraverso un meccanismo d’asta, non ci sarà la possibilità di averne un’altro.

La scarsità digitale si traduce nel fatto che ci sarà un solo ed unico “servitore” di ad es. S. Pietro, fino al momento in cui questi non deciderà di cedere tale “privilegio” ad un’altra persona. Il progetto Sanctis Smart Saints è un progetto di solidarietà sociale che funge da strumento della comunità per la comunità. Il servitore di un Santo gode anche del privilegio di ricevere dei fondi proporzionali alle offerte per quel Santo con cui supportare la e le raccolte fondi che ritiene più meritevoli. Questa funzione di “payback” è un’innovazione di questo progetto. Inoltre il sito è anche una piattaforma totalmente gratuita e senza alcuna commissione di fund raising.

 

In sintesi

In un ambiente blockchain, la proprietà è imposta da una chiave privata; questa proprietà essenziale ha ampie implicazioni, che devono ancora implementate nel mondo reale.

Mentre le criptovalute e i token hanno il potenziale per imporre e garantire la proprietà personale del denaro e dei beni intercambiabili (fungibili), i token ERC 721 non fungibili possono fare lo stesso per i beni unici. Gli esempi di applicazione sono infiniti, dai beni immobili ai quadri di artisti agli oggetti ingame (che per ora hanno beneficiato maggiormente dagli ERC721).

Nel caso di beni reali, tuttavia rimane il problema fondamentale di creare una sorta di “timbro” digitale universamente riconosciuto che permetta di tokenizzare in modo univoco i beni fisici. Su questo fronte stanno lavorando diverse start-up innovative, ma questo sarà argomento dei prossimi post.

Peter Kropotkin

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt
0

Start typing and press Enter to search